2016/foto/tn_stracarr.jpgSi torna in quel di Marina di Carrara che trova una diversa collocazione nel calendario delle gare: dalla primavera, si arriva a fine estate, in una domenica settembrina ancora soleggiata nonostante le previsioni di piogge abbondanti.

La gara, che ci ha visti protagonisti per più edizioni per il Campionato regionale FIDAL, quest'anno aveva la valenza di Campionato nazionale UISP: a livello di squadra, le "orange ladies" hanno raggiunto il miglior risultato, salendo sul 3° gradino del podio, mentre gli uomini si devono accontentare del 5° posto.

 

 

2016/foto/stracarrara.jpg

A livello individuale, miglior piazzamento per il sempreverde Massimo Lenzi che si classifica 3° nella sua categoria (M55). In ogni caso, il nostro è da anni uno dei gruppi più numerosi con 56 arrivati.

Apprezzabile la logistica di cui si usufruisce da quando la gara si è trasferita a Marina di Carrara: la zona verde del campo di atletica rimane una spaziosa isola a disposizione di tutti i partecipanti ed accompagnatori, sede ideale per palco premiazioni, ristoro e stand varii, oltre alla disponibilità di ampi parcheggi, spogliatoi e docce (un benefit raro, ma sempre più prezioso). Ne soffre un po' la spettacolarità del percorso, sicuramente più vario nel centro di Carrara e privo dell'obbligo di compiere più volte lo stesso tracciato. La Stracarrara rimane, comunque, un'ottima manifestazione.